Clicca qui per il nuovo sito di Articolo 21 »
Ricerca con Google
Web articolo21.info
 
 
Articolo 21 - INTERNI
Bandiere che danno fastidio
Condividi su Facebook Condividi su OKNOtizie Condividi su Del.icio.us.

di redazione

Bandiere che danno fastidio

Succede a Correggio, la cronaca è di qualche settimana fa. Il lettore che ci segnala questa singolare vicenda dice: “ E' in gioco la libertà di espressione!”. La vicenda è semplice e a raccontarla con una lettera inviata ai quotidiani locali è la protagonista di questa storia attraverso una lettera inviata i quotidiani locali. La signora Agrò, che vive in pieno centro di Correggio, qualche settimana fa viene “invitata” dalla polizia municipale a rimuovere dalle sue finestre le tre bandiere che aveva esposto ( quella della pace, la bandiera palestinese e quella rossa con falce e martello) pena, una multa di 150 euro. Invito a cui la signora oppone resistenza chiedendone le motivazioni ed ecco quello che testualmente lei riporta: “ ...i due agenti mostrano un post-it in cui il loro superiore, spronato e condotto nella lunga ricerca dall’assessore Bartolotta ha evidenziato ben 4 articoli del Regolamento di polizia urbana a sostegno della censura, il 16, il 18, il 20 e il 24. Peccato che i suddetti articoli regolino: i tempi di permanenza di addobbi, stendardi e festoni privi di messaggi pubblicitari in occasione di cerimonie religiose e civili, manifestazioni culturali e sportive; gli atti vietati su suolo pubblico ed aree private ad uso pubblico come il deterioramento di immobili e di arredo urbano; le disposizioni in materia di igiene di tutti i luoghi privati in vista al pubblico che debbono essere tenuti costantemente puliti e in stato decoroso; la manutenzione e la pulizia delle facciate, delle serrande, degli infissi e delle tende esterne, di coperture, cornicioni, rivestimenti, ecc. al fine di garantire la sicurezza strutturale dell'immobile”.
Dunque, apparentemente, nessuna motivazione plausibile se non come ipotizza la stessa: “ Evidente che questi simboli, le idee che in essi sempre covano danno fastidio a chi oggi ci prospetta rassegnazione ed ubbidienza, sono la prova evidente che esiste un'alternativa alle guerre e allo scontro di civiltà, sono uno schiaffo alla coscienza di chi non vuole più difendere i lavoratori e il loro statuto.” Per concludere: “ … e se tutti esponessero bandiere dei partiti o del Napoli? Mentre i due agenti, loro malgrado, ponevano il problema, io pensavo se il loro tempo e le loro energie, come quello di tutti personaggi di questa triste storia, non fossero più utili su un cantiere per controllare eventuali irregolarità e/o infiltrazioni mafiose?!”.

stralci di lettera e foto tratti da  http://gazzettadireggio.gelocal.it


Letto 1662 volte
Dalla rete di Articolo 21